Mentire ai bambini fa bene?

1 14. 08. 2022
5° convegno internazionale di esopolitica, storia e spiritualità

4 anni fa, mi è capitato di esaminare una discussione sul server VaseDite.cz, dove uno dei lettori ha chiesto agli altri: "Mentire è buono con i bambini?". Ho nascosto la discussione perché questo argomento ha un ampio contesto, soprattutto quando ci rendiamo conto che spesso confondiamo le fiabe con la realtà per i bambini. E poiché i bambini non comprendono ancora concetti come menzogna, inganno, inganno, finzione, prendono le nostre parole in modo molto sincero e serio. Dopotutto, siamo i grandi genitori che sanno come funzionano le cose in questo mondo.

Quindi vorrei citare alcune parti dei post del thread, che non esiste più sul server sopra menzionato. Tuttavia, credo che questo argomento sia ancora rilevante.

 

Lien, 3. 11. 2009 alle 12:37

Ciao, ho letto qui… varie discussioni e risposte nei centri di consulenza e ieri e oggi mi sono imbattuto in due opinioni che mi piacciono da una parte e non dall'altra. Quindi sto chiedendo. Mentire ai bambini fa bene?

Un caso è di HP su una fata addormentata, come il suo piccolo si addormenta piacevolmente quando la fata addormentata lascia i soldi di cioccolato sul tavolo la mattina. Mi sembra fantastico, ma in realtà sto mentendo a un bambino, non è più così bello.

Secondo: consigli alla madre di un figlio che ha un amico la cui madre è morta di parlargliene e di citarlo come un esempio di se stesso quando la stessa cosa è successa alla sua amica da bambino. Buona idea, ma ancora una volta è una bugia presentata al bambino, anche se con buone intenzioni.

Non vorrei affatto mentire a mio figlio, pensi che sia impossibile o sbagliato?

 

Horempádem (3. 11. 2009 alle 13:01)

Ciao Lien,

Non penso che crescere un figlio significhi mentire in un certo senso, ma piuttosto, se prometto qualcosa, lo manterrò, questo è di nuovo il mio credo.

Per quanto riguarda le citazioni sulla menzogna, sai molto, i bambini hanno imparato da esempi di fiabe, in cui hanno cercato di distinguere il bene dal male o l'ingiustizia dalla giustizia in questo modo.

Sai, un anno fa ero in un soggiorno con conoscenti che avevano una bambina di quasi cinque anni. Era un bambino come tutti gli altri, ma c'era qualcosa di diverso in questo. Era troppo realistica. Le fiabe non le dicevano assolutamente nulla, e si rifletteva abbastanza nella sua immaginazione. Quindi non era possibile parlarle della lana dei bambini, ma solo della lana degli adulti, che sembrava abbastanza innaturale per la sua età. Anche allora, ho pensato, probabilmente non così :-)

Ecco perché abbiamo bisogno della fata. Eli reagisce molto alle fiabe e gli piace inventare fiabe. Se riesce a orientare la sua mente verso questo tipo di fantasia, allora ci lavoro ancora meglio. Sì, ora abbiamo una fata fantasia che la premia con duccas al cioccolato quando ci riesce. Ma non credo sia una cosa negativa. Ha ancora l'età in cui non si ostina a doverla vedere, altrimenti non crederà di esistere :-)))) Anzi è carino quando arriva la mattina e le chiede se era così buona che la fata le ha lasciato qualcosa. Funziona davvero e lei si sforza così tanto di guadagnare qualcosa da lei :-)

Come ho detto all'inizio, mi aggrappo di più a prendermi cura di ciò che le prometto. Penso che i bambini reagiscano molto di più a questo, cioè all'adempimento di una promessa. Quindi, se le prometto qualcosa, mi assicuro diavolo di renderlo realizzabile, o se l'inadempienza è legata al maltempo, allora una risposta affidabile sul perché semplicemente non funziona.

Quindi per me, bambini così piccoli dovrebbero leggere quante più fiabe possibili, perché soprattutto in quelle classiche ci sono molti esempi dalla vita ei bambini ascoltano ciò che è buono e ciò che è cattivo, e quali situazioni della vita possono verificarsi. Vedo già mia figlia che associa alcune cose delle fiabe alla vita reale e non si tratta di fantasticare :-) Quindi non penso che Dio sappia mentirle, sto solo cercando di motivarla con l'aiuto di personaggi delle fiabe :-)

 

Suenee  (4 novembre 11 2009:11)

Direi che l'idea di base dovrebbe essere, vuoi insegnare a tuo figlio a mentire? I bambini di questa età stanno solo imparando a distinguere tra buono / cattivo, vero / falso. È tanto più deludente per loro scoprire che in realtà li stai tradendo e non dicendo loro la verità. Mentire in quello che più ti interessa "avere una bella infanzia" mi sembra sbagliato.

Ti suggerirei di non dire niente che non vali. Quindi niente - che non credi in te stesso e che non puoi difendere, e che un giorno ti chiederà: "E mamma, perché mi hai detto che Gesù esiste quando non è vero?". In quel momento, tradisci la sua fiducia in te.

Personalmente, penso che sia meglio mostrare a un bambino che nelle fiabe e nelle idee puoi avere tutto ciò che ti viene in mente. Fate, draghi, elfi ... Puoi semplicemente avere quello che vuoi in quella fantasia da favola. Una fiaba è un misto di realtà e finzione e può ispirare tutti, indipendentemente dall'età.

Sosterrei sicuramente la sua immaginazione e creatività. Se crede che gli elfi siano nel mondo reale, lo lascerei alla sua immaginazione. :) Idea di base: non mentire se non vuoi che un giorno lei ti mentisca.

Insegnare a un bambino: "Se sei gentile, la fata ti darà i soldi della cioccolata", mi sembra un volgare ricatto emotivo.

 

Fonte: VasoDeti.cz (abbreviato)

 

Articoli simili