Dove hanno preso i geni di Adam?

1 13. 08. 2022
5° convegno internazionale di esopolitica, storia e spiritualità

Secondo la figura di chi era Adamo, il prototipo dell'uomo moderno: l'homo sapiens?

La Bibbia afferma che Elohim disse allora: "Facciamo l'uomo a nostra immagine, secondo la nostra somiglianza". Tuttavia, se dobbiamo accettare una spiegazione condizionale per la misteriosa creazione di una serie speciale di geni umani offerta dalla scienza dopo la fine del progetto sul genoma umano a metà febbraio 2000, allora un gruppo di batteri è responsabile di tutto!

umiliante (umiliazione) è stato l'aggettivo predominante usato dai membri dei team scientifici e dai media per annunciare una scoperta significativa: che il genoma umano non ha i presunti da cento a centoquarantamila geni (nell'elica del DNA che controlla la produzione di aminoacidi e proteine) ma poco più di trentamila. . Quindi, poco più del doppio dei geni della mosca octomilka (13) e circa il 601% superiamo la goccia di pioggia (50). Caduta improvvisa dalla punta dell'albero genetico della vita ...!

Inoltre, l'idea dell'unicità del genoma umano è crollata. Si è scoperto che abbiamo il 99% di scimpanzé, e non solo il presunto 95% in comune, e fino al 70% siamo vicini ai topi. Presumibilmente è stato scoperto che i geni umani hanno anche vertebrati, invertebrati, piante, funghi e persino lievito, in cui svolgono le stesse funzioni. I risultati hanno confermato che tutto il DNA terrestre ha una fonte comune, che ha permesso agli scienziati di ricostruire il piano del processo di sviluppo. È così possibile rintracciare come organismi geneticamente sempre più complessi si siano evoluti da quelli originariamente semplici, che ad ogni stadio adottarono geni di forme di vita inferiori e crearono forme di vita sempre più complesse e superiori - culminando nell'Homo sapiens.

 

Rompicapo

Ma sulla curva verticale della linea evolutiva contenuta nell'uomo e in altri genomi analizzati, gli scienziati si sono imbattuti in qualcosa di incomprensibile. L'articolo pubblicato sulla rivista scientifica Science è come La scoperta da grattacapi del Consorzio Pubblico segnato dal fatto che il genoma umano contiene 223 geni che non hanno precursori essenziali sulla scala dell'evoluzione genetica.

Allora come ha fatto l'uomo a inventare questi geni misteriosi?

Nel corso dell'evoluzione, dai batteri agli invertebrati (come i pedigree di lievito, i vermi e le mosche - che sono stati decifrati) ai vertebrati (topi, scimpanzé) e infine agli esseri umani moderni, questi 223 geni sono completamente mancanti in queste fasi precedenti. Certamente, gli scienziati possono spiegare la loro presenza nel genoma umano facendo riferimento a piuttosto recente (sulla scala temporale dell'evoluzione) probabilmente trasferimento orizzontale attraverso i batteri.

In altre parole: in una fase di sviluppo relativamente recente, si pensa che l'uomo moderno abbia acquisito fino a 223 geni, non causando un'evoluzione graduale rami verticali dell'albero della vita), ma lungo una linea orizzontale, sotto forma di un deposito laterale di materiale genetico - da batteri ...!?

 

Incredibile differenza

A prima vista, potrebbe sembrare che nel loro numero non ci siano molti 223 geni. In realtà, tuttavia, ogni singolo gene causa differenze significative in ogni individualità, quindi 223 geni rappresentano un'incredibile, letteralmente altissima differenza in specie come noi.

Il genoma umano è composto da più di tre miliardi di nucleotidi, dove le lettere ACGT sono le iniziali surrogate di quattro acidi nucleici, le cui combinazioni spiegano tutte le forme di vita terrestre. Di questi, poco più dell'uno per cento è raggruppato in geni funzionali. Il record di ciascuno di questi geni contiene migliaia di righe riempite con combinazioni dei quattro lettere. La differenza tra due persone può essere espressa da un'unica differenza lettera tra le migliaia di iniziali contenute in alfabeto Registrazione del DNA. Sì. Sebbene la differenza genetica tra umani e scimpanzé sia ​​inferiore all'30%, l'000% di 300 geni è di XNUMX geni.

Solo 223 geni costituiscono più dei due terzi della differenza tra me o te e uno scimpanzé!

Analisi della funzione di questi geni mediante l'ortografia delle proteine, in base al risultato Team del Consorzio Pubblico pubblicato sulla rivista Nature, ha dimostrato che mentre nessuno di loro è importante per la fisionomia del corpo, ma tutti sono legati alle funzioni mentali. Inoltre, sono responsabili della formazione di importanti neuroenzimi, in un ramo che si trova solo nella porzione mitocondriale del DNA - il cosiddetto Il DNA di Eva, l'umanità eredita già solo lungo la linea materna che riconduce alla prima vigilia. Questa scoperta di per sé mette in discussione l'interpretazione di inserimento codice ridondante attraverso i batteri.

 

Una teoria traballante

Quanto sono fiduciosi gli scienziati, supponendo che geni così importanti e complessi siano responsabili degli enormi benefici umani che abbiamo ottenuto probabilmente più tardi, gentile attraverso batteri infettivi?

"È stato un salto che non si adatta alle attuali teorie evolutive", ha affermato Steven Scherer, direttore del Center for Human Genome Sequence Mapping presso il Baylor College of Medicine.

"Non siamo in grado di identificare alcuna fonte di batteri altamente preferita che sarebbe in grado di effettuare il trasferimento genico orizzontale putativo", afferma un rapporto in Nature.

Il dettagliato gruppo di ricerca del Public Consortium ha scoperto che circa 113 geni (su un totale di 223): "possono essere trovati nei batteri", ma sono completamente assenti negli invertebrati. L'analisi delle proteine ​​di geni inspiegabili ha mostrato rapidamente che dei 35 identificati, solo dieci hanno una controparte identica nei vertebrati (dalle mucche ai roditori ai pesci), ma 25 su 35 si verificano esclusivamente negli esseri umani.

"Non è chiaro se questo trasferimento sia avvenuto dal batterio all'uomo o dall'uomo al batterio", cita la scienza Robert Waterson, vicepresidente del Genome Sequencing Center dell'Università di Washington.

Ma se una persona ha trasmesso questi geni ai batteri, da dove li ha presi?

 

Il ruolo di Anunnaki

I versetti biblici che trattano della creazione di Adamo sono riproduzioni condensate di testi sumeri e accadici molto più dettagliati registrati su tavolette di argilla, in cui il ruolo degli esseri chiamati nella Genesi è Elohim attribuito anunnaki. Il loro nome può essere tradotto come: "Coloro che discesero dal cielo sulla terra".

Gli Anunnaki sono venuti sulla Terra circa 450 anni fa da Nibiru, un pianeta che è un membro del nostro sistema solare e la cui orbita allungata lo porta nella nostra parte del cielo ogni circa 000 anni. Sono venuti perché avevano bisogno dell'oro per proteggere la loro atmosfera danneggiata. Poiché avevano bisogno di aiuto per esaurire il duro lavoro di estrazione mineraria, venne il loro capo scienziato Enki con la proposta di utilizzare la loro conoscenza genetica per creare i necessari lavoratori primitivi. Gli altri leader Anunnaki hanno chiesto: "Come puoi creare un nuovo essere?" Rispose: "L'essere di cui abbiamo bisogno esiste già. Tutto quello che dobbiamo fare è mettere il nostro sigillo su di lei ".

È successo circa 300 anni fa.

Ciò che Enki aveva in mente era un perfezionamento genetico di un ominide esistente che si è evoluto sulla terra per sua stessa evoluzione, aggiungendo alcuni dei geni sviluppati sopra dagli Anunnaki. Non c'è dubbio che gli Anunnaki, che erano stati in grado di viaggiare attraverso lo spazio 450 anni fa, padroneggiavano la scienza genetica (sulla cui soglia ci troviamo ora). Questo è chiaro non solo dai testi attuali, ma anche dal numero di immagini della doppia elica del DNA sotto forma di due serpenti intrecciati. Dopotutto, è un simbolo ancora usato per la medicina e la guarigione.

Quando i leader Anunnaki approvarono il progetto, dissero: "Facciamo un uomo, Adam, a nostra immagine", iniziò Enki, con l'aiuto di Ninharsag, il capo ufficiale medico Atterraggio Anunnaki, nell'ingegneria genetica aggiungendo e combinando i geni Anunnaki con i geni di un ominide esistente.

Quando, dopo molte prove ed errori, come descritto in antichi documenti, il modello perfetto di un terrestre fu finalmente raggiunto, Ninharsag sollevò il bambino ed esclamò: "Le mie mani l'hanno fatto!"

 

Una questione estremamente importante

A meno che ulteriori ricerche scientifiche confermino senza alcun dubbio che l'unica possibile fonte di geni ridondanti fossero effettivamente i batteri, e inoltre non dimostrino che l'infezione consentiva trasferimento orizzontale geni dai batteri agli umani, e non il contrario, l'unica soluzione disponibile è quella offerta da testi sumeri vecchi di migliaia di anni.

Questo, alla fine, rimarrà probabilmente l'unico modo per spiegare il mistero di 223 geni estranei nel nostro genoma. Allo stesso tempo, ciò conferma la scienza moderna dell'esistenza degli Anunnaki e le loro prestazioni genetiche sulla Terra.

 

Le informazioni citate in questo articolo sono state pubblicate dal Public Consortium in Nature il 15 febbraio 2001 e da Celera Genomics in Science il 16 febbraio 2001.

Fonte della traduzione originale: GeWo

 

Articoli simili