Perù: teschi allungati di alieni di Paracas

6 24. 08. 2015
4a Conferenza Internazionale Sueneé Universe

Brien Foerster, assistente del Museo di Paracas, dove è conservato un gran numero di teschi allungati, afferma che la benda del cranio non può spiegare il gran numero di anomalie che è stato in grado di identificare.

Più del 5% dei crani allungati che abbiamo trovato nella regione di Paracas (Perù) sono così complessi per forma e dimensioni che è molto difficile credere che sarebbe solo una deformazione mirata. Non solo sono estese verticalmente, ma le orbite sono molto più grandi di quanto sia comune nella maggior parte delle persone. Ci sono due piccoli fori nella parte superiore del cranio, apparentemente attraverso il sangue e le terminazioni nervose. I loro denti sono molto robusti rispetto ai nostri.

David Wilcock: Il cranio più grande trovato è del 60% più pesante del cranio umano medio. La capacità del cervello è 2,5 volte maggiore!

Brien Foerster: Nel 2014, i test del DNA sono stati eseguiti su uno dei crani di Paracas con il numero di inventario 44. I test hanno mostrato che il DNA conteneva sequenze che non corrispondevano a nulla di noto dal genoma umano.

David Wilcock: Questa è una chiara prova fisica che gli alieni camminavano e vivevano in mezzo a noi.
Giorgio A: Tsoukalos: Secondo me, questi resti potrebbero appartenere a coloro che sono indicati nei documenti storici come maestri delle stelle giunti tra la gente in un lontano passato.

La maggior parte degli scienziati rifiuta queste idee. Tuttavia, qui abbiamo una chiara evidenza che nel passato relativamente recente, un'altra specie intelligente umanoide viveva qui con gli umani, che potrebbero avere maggiori conoscenze e abilità rispetto agli umani.

Articoli simili