Tesoro maledetto degli Incas nel castello polacco

5473x 03. 05. 2017 1 Reader

Sulla strada di accesso al castello di Niedzica (noto anche come il castello di Dunajec) nella zona polacca di Spiš nei Tatra orientali c'è il marchio Attenzione, uno spettro! Questa più famosa apparizione locale è lo spirito della bellissima Inca Princess Umin, che si trovava qui alla fine di 18. secolo assassinato da mercenari spagnoli.

Il lucchetto è stato costruito all'inizio di 14. secolo, quando quest'area apparteneva al nord dell'Ungheria e serviva da linea difensiva contro la Polonia. Da allora ha cambiato la sua "nazionalità" cinque volte. Si è trasferito dall'Ungheria in Austria-Ungheria, poi in Cecoslovacchia e in 1920 è stato annessa dalla Polonia. Ma fino all'anno di 1945 i proprietari del castello rimasero nobili ungheresi.

Dopo la sua nazionalizzazione nel 1946 è stato trovato sotto un cavo scala di sicurezza, che si trovava diversi gioielli indiani d'oro e kippah, font nodale antichi Incas per riporre. Tutti i tentativi di risoluzione fallirono e in seguito scomparvero in modi incomprensibili.

Possiamo iniziare a contare la storia di questo risultato da 1760, quando Sebastian Berzeviczy, un lontano parente dei proprietari di Niedzici, aveva iniziato a cercare l'oro Inca in Perù. Lì si innamorò della principessa inca, l'erede diretta del sovrano Atualpa, la sposò, ma la principessa morì dando alla luce sua figlia.

Berzeviczy rimase in Perù e prese persino parte all'ultima grande rivolta contro gli spagnoli dalla parte degli Incas. Sua figlia, Umin, sposò il leader ribelle, il pronipote dell'ultimo sovrano turco Tupak Amaru. Successivamente, lui e suo marito e la corte Inca andarono in Europa. Inizialmente visse a Venezia, ma dopo che gli spagnoli uccisero gli uomini di Umin, si trasferirono nel castello di Niedzica.

Se puoi fidarti degli storici polacchi, allora insieme ai cortigiani e alla principessa, hanno viaggiato persino in parte al misterioso tesoro degli Incas. In 1797, la corte della principessa inca venne di nuovo fatta risalire agli spagnoli. Umina morì solo per interrompere il lignaggio dei regni degli Incas. Per fare in modo che Sebastian Berzevicz proteggesse suo nipote, l'ultimo Principe dell'India, gli diede la sua adozione al suo parente. E come dice la leggenda, il tesoro sepolto da qualche parte intorno al castello e segnato il posto nel kip.

L'ultimo discendente diretto di Tupaka Amaru, Anton Benes, viveva in 19. secolo vicino a Brno e morì senza mai essere interessato al tesoro. Ma il suo bis-bisnipote Andrzej Benesz, che in seguito divenne vicepresidente del parlamento della Repubblica popolare polacca, era molto interessato a questo argomento. In 30. Negli anni del secolo scorso, iniziò a cercare il tesoro dei suoi antenati.

In 1946, Benesz trovò a Cracovia un documento che il suo bisnonno era stato adottato e anche dove fu deposto un kip, che in seguito trovò nascosto sotto le scale.

Ma decifrare la sceneggiatura non è stato facile, perché anche gli stessi indiani hanno dimenticato la lingua del kip. Ci sono solo poche persone in tutto il mondo che lo sanno e possono essere contate sulle dita di una mano. In 70. Due spedizioni polacche furono fatte in Perù per decifrarlo. Ma entrambi sono scomparsi senza lasciare traccia.

Alla fine di febbraio 1976 è stato ucciso in un incidente automobilistico in sé Andrzej Benesz mentre guidava da Varsavia a Danzica, dove è stato l'incontro con due sconosciuti, esperti font nodali.

Suo figlio, un avvocato di Gdanski, ha rifiutato di parlare su questo argomento fino ad ora, e pensa che solo l'oro maledetto sia stato la causa della morte di suo padre.

Lo storico polacco Alexandr Rovinski ha a che fare con la storia del misterioso tesoro per trent'anni. Dovrebbe trovarsi a settanta chilometri a nord di Niedzici, tra le rovine del castello, che si ergeva anche sul fiume Dunajec.

Si dice che l'ultimo proprietario del tesoro, Cracovia affari ordinato sigillato ingressi al Castello sotterranea trecento tonnellate di cemento e lo ha spiegato con il fatto che non solo non ha intenzione di prendere il tesoro, ma non vuole nemmeno pensare, solo perché porta sfortuna ...

Articoli simili

Lascia un Commento