Il villaggio giapponese afferma che vi si trova la tomba di Gesù Cristo

1672x 12. 01. 2021 1 lettore
3a Conferenza Internazionale Sueneé Universe

Il Giappone è davvero l'ultimo luogo di riposo di Gesù Cristo? Sebbene Gesù e il Paese del Sol Levante possano sembrare strani collegamenti, migliaia di persone visitano ogni anno il villaggio di Shingo nel nord del Giappone per rendere omaggio a una semplice collina con una croce di legno protetta da una recinzione - si dice che sia il luogo di riposo finale di Cristo.

Gesù sarebbe potuto finire in Giappone?

Allora come poteva finire lì, invece che nel Tempio del Santo Sepolcro a Gerusalemme? Jesus era ovviamente interessato a diventare un giapponese fin dalla giovane età ("Turning Japanese" - come suona una canzone). Secondo la storia, "Gesù è venuto per la prima volta in Giappone all'età di 21 anni per studiare teologia", dice lo Smithsonian Magazine. "Fu durante i suoi cosiddetti 'anni perduti', un intervallo di 12 anni non descritto nel Nuovo Testamento." Dopo essere diventato lui stesso un "discepolo del grande maestro vicino al Monte Fuji", tornò in Giudea. Qui la storia sembra continuare in linea con la versione biblica, anche se successivamente contiene una svolta scioccante. I romani crocifissero un uomo, ma non Gesù - si diceva che il suo "fratello minore" Isukiri fosse sulla croce quel giorno.

Scala per la tomba di Gesù nel villaggio di Shingo in Giappone

Il giapponese Jesus quindi fuggì a Shinga, dove divenne un contadino, coltivando riso e aglio. Gli abitanti del villaggio lo conoscevano come Daitenku Taro Jurai. Ma non che bruciasse così caldo sotto i suoi piedi. Deve aver sperimentato temperature sotto lo zero mentre si è trasferito dalla Siberia all'Alaska, un viaggio che gli ha richiesto diversi anni. The Independent scrive che dopo essersi stabilito nel villaggio, sposò la figlia del contadino Miyuko, generò tre figlie e morì all'età di 106 anni.

Che aspetto aveva il vecchio Gesù?

Che aspetto aveva il vecchio Gesù? Secondo lo Smithsonian Magazine, "aveva una zona calva grigia e diradata, un cappotto riccamente pieghettato e un naso caratteristico che, secondo l'opuscolo del museo (Museum of the Legend of Christ), gli valse la reputazione di essere un" elfo dal naso lungo ". "Coloro che sono interessati ai suoi beni possono conoscere l'orecchio di Isukiri e una ciocca dei capelli della Vergine Maria - sono sepolti accanto al Salvatore Shing".

Tomba di Gesù a Shing, Giappone. Foto Thor Hestnes CC fino alla 3.0

Dove possiamo trovare prove di questa fantastica concezione della storia di Gesù? Se dobbiamo credere alle leggende, ci sono vari documenti scritti. I documenti Takenouchi, che hanno più di mille anni, sono trascritti in giapponese e cinese da Takenouchi Matorim (o Hegurimo Matorim). Ancient Origins scrive: "Secondo le trascrizioni moderne, i documenti di Takenouchi descrivono la storia di tutte le nazioni nell '" era divina ". Parlano del mondo antico, che si è evoluto in quattro diversi periodi di tempo, a partire dall'anno 300 ".

Documenti scoperti

Riscoperti per i nostri tempi dagli archeologi negli anni '30, questi documenti formano, secondo Ancient Pages, "un'opera antica veramente vasta e notevole che è stata trasmessa attraverso il clan della famiglia Takenouchi, con il capo della famiglia come sacerdote capo del Santuario Koso Kotai Jingu".

La tomba di Isukiri, secondo la leggenda del fratello minore di Gesù

I documenti hanno naturalmente una portata più ampia. Di particolare interesse, tuttavia, è il loro contenuto relativo a Cristo. Fu qui che furono immortalati i dettagli della vita di Gesù come discepolo in Giappone e la fine di suo fratello Isukiri. Lo Smithsonian menziona anche un rotolo trovato nello stesso periodo: il suo "ultimo testamento, che ha dettato nel villaggio quando morì". Poiché i documenti sono scomparsi durante la seconda guerra mondiale, il Museo della leggenda di Cristo mostra una trascrizione moderna di questi testi.

C'è un diffuso scetticismo sui rotoli. Web JNTO (Giappone) scrive di Wado Kosak, un "cosmoarcheologo" che ha trascritto i documenti di Takenouchi. "Negli anni '70, è diventato famoso per aver cercato di contattare gli UFO in diretta televisiva". Aggiunge: "I suoi documentari raccontano non solo la storia dell'arrivo di Gesù in Giappone, ma anche l'arrivo degli antenati umani dallo spazio".

Antica connessione di Israele e Giappone

Altri indicano una connessione tra l'antico Giappone e Israele. La fattoria Sawaguchis, che coltiva aglio e possiede queste terre, è di grande interesse, anche perché ha la presunta tomba di Gesù sul suo terreno. Sanjiro Sawaguchi indicò i suoi sorprendenti occhi azzurri. Per alcuni, sono la prova che potrebbero essere discendenti del Figlio di Dio. The Independent scrive inoltre: "Il museo dice che il vecchio nome del villaggio - Herai - suona più ebraico che giapponese e nota anche le speciali somiglianze tra la cultura locale e le canzoni e la lingua del Medio Oriente. Compreso il mantra, cantato in Shing per generazioni, che afferma non somiglia affatto al giapponese e potrebbe essere più un antico enigma ebraico-egiziano ".

Questo legame è stato ulteriormente rafforzato dalla visita di Eli Cohen, l'ambasciatore israeliano, che ha dedicato una targa commemorativa al villaggio di Shingo. Smithsonian osserva: "Il portavoce dell'ambasciata Gil Haskel ha spiegato che, sebbene le tribù ebraiche possano effettivamente migrare in Giappone, il gesto è" un simbolo di amicizia piuttosto che di sostegno alla rivendicazione di Gesù ". turisti. Questo nonostante il fatto che il cristianesimo in Giappone sia stato molto lontano da una calda accoglienza per secoli. In effetti, fu bandito all'inizio del XVII secolo e chi lo praticava dovette affrontare dure punizioni.

Lapide commemorativa presso la tomba di Gesù in Giappone. Una lapide bianca fatta di pietra di Gerusalemme con un'iscrizione in ebraico è stata inviata in Giappone dall'ambasciatore israeliano, che ha partecipato al 6 ° Festival di Cristo il 2004 giugno 41.

Il cristianesimo era stato precedentemente bandito

I "cristiani nascosti" sono stati rivelati quando "i funzionari hanno iniziato a condurre i cosiddetti test di lealtà. I sacerdoti e gli altri cristiani erano obbligati a calpestare la croce o l'immagine della Madonna e di Gesù ”. Coloro che si rifiutavano di testimoniare venivano puniti terribilmente. Un'altra insolita eredità del cristianesimo riguarda la celebrazione del Natale. Il commercialismo nella maggior parte dei casi detta le regole del Natale in Occidente, ma in Giappone sono collegate a un diverso tipo di vacanza.

"I cioccolatieri, i gioiellieri e gli albergatori giapponesi hanno trasformato il Natale in una specie di San Valentino, pieno di campane", scrive l'Independent. "Il giorno di Natale, ci sono molti hotel giapponesi pieni di coppie romantiche, il che probabilmente non è esattamente quello che Gesù di Shing aveva in mente quando lasciò che suo fratello minore fosse appeso alla croce".

Questa avvincente deviazione dall'insegnamento biblico fornisce consolazione da molte diverse prospettive, religiose o meno!

Suggerimento dall'eshop Sueneé Universe

Tintura di capra 25ml

Il Capricorno calma il corpo in caso di irritazione, stress e tensione nervosaaiuta più facilmente superare le conseguenze di uno stile di vita estenuante. Facilita l'addormentamento e normalizza il sonno naturale. Ha un effetto benefico sullo stato mentale.

Tintura di capra 25ml

Articoli simili

scrivere un commento