I migliori anniversari scientifici 10 che celebreremo in 2019

9196x 01. 04. 2019 1 Reader

La notevole nostalgia di quest'anno include anniversari importanti: nascita, morte, spedizione e tavolo. Identificare gli anniversari non è la questione più urgente della scienza oggi. Ci sono cose molto più importanti. Come esprimere la gravità dei cambiamenti climatici e trovare nuove conoscenze per contribuire a combatterlo. O affrontare le molestie sessuali e le discriminazioni. O fornire finanziamenti affidabili da un governo disfunzionale. Per non parlare di cosa sia la materia nera.

Tuttavia, il mantenimento della salute mentale richiede occasionali divergenze da fonti di oscurità, disperazione e depressione. A volte, nei giorni bui, aiuta a ricordare momenti più felici e pensa ad alcuni dei risultati scientifici e agli scienziati che rispondono per loro. Fortunatamente, in 2019, ci sono molte opportunità per festeggiare, molto più di quanto possa adattarsi a Top 10. Quindi non essere sopraffatto se il tuo anniversario preferito è sulla lista (come l'anniversario dell'anniversario di 200 di J. Presper Eckert, John Couch Adams o il compleanno di Jean Foucault di 200 o il compleanno di Caroline Furness di 150)

1) Andrea Cesalpino, 500. compleanno

Se non sei uno straordinario fan della botanica, probabilmente non hai mai sentito parlare di Cesalpin, nato 6. Giugno 1519. Fu un medico, filosofo e botanico all'Università di Pisa fino a quando il Papa, che aveva bisogno di un buon dottore, lo chiamò a Roma. Come medico ricercatore, Cesalpino studiò il sangue e conosceva la sua circolazione molto prima che William Harvey, un medico inglese, arrivasse a un grande numero di emocromi. Cesalpino è stato molto impressionante come botanico ed è stato generalmente riconosciuto come il primo libro di botanica. Naturalmente, non aveva tutto bene, ma descriveva molte piante con precisione e le classificò in modo più sistematico rispetto ai precedenti scienziati, che consideravano per lo più le piante come una fonte di droghe. Oggi, il suo nome è ricordato sotto una pianta fiorita del genere Caesalpinia.

2) Leonardo da Vinci, 500. anniversario della morte

Meno di un mese prima della nascita di Cesalpino, Leonardo è morto di 2. Può 1519. Leonardo è molto più conosciuto come artista che scienziato, ma era anche un vero anatomista, geologo, tecnico e matematico (ehi, uomo del Rinascimento). Il suo ruolo nella storia della scienza era limitato perché molte delle sue idee sofisticate erano nei quaderni che nessuno aveva letto fino a molto tempo dopo la sua morte. Ma era un osservatore produttivo e pieno di risorse del mondo. Ha sviluppato elaborate viste geologiche sulle valli fluviali e sulle montagne (pensava che le vette delle Alpi fossero una volta isole nell'oceano superiore). Come tecnico, capì che le macchine complesse combinavano alcuni semplici principi meccanici e insistevano sull'impossibilità del moto eterno. Sviluppò idee di base sul lavoro, l'energia e la forza che divennero i capisaldi della fisica moderna, che furono poi sviluppati in modo più preciso da Galileo e altri, più di un secolo dopo. E, naturalmente, Leonardo probabilmente svilupperebbe un aereo se avesse abbastanza soldi per farlo.

3) Discorso di Petrus Peregrinus sul magnetismo, 750. anniversario

Il magnetismo è conosciuto da tempo immemorabile come una proprietà di alcune rocce contenenti ferro conosciute come "calamite". Ma nessuno ne sapeva molto fino a quando non erano in 13. Nel 19 ° secolo, Petrus Peregrinus (o Peter Pilgrim) non lo scoprì. Ha lasciato poche informazioni sulla sua vita personale; nessuno sa quando è nato o quando è morto. Ma doveva essere un matematico e un tecnico di grande talento, ampiamente apprezzato dal noto filosofo critico Roger Bacon (se Peter, che in realtà si riferiva a Pilgrim).

In ogni caso, Peter ha composto il primo importante trattato scientifico sul magnetismo (completato 8, August 1269), spiegando il concetto di poli magnetici. Ha anche scoperto che quando si rompe il magnete in pezzi, ogni pezzo diventa un nuovo magnete con i suoi due poli: il nord e il sud, analoghi ai poli della "sfera celeste" presumibilmente trasportati dalle stelle attorno alla Terra. Ma Peter non si rendeva conto che le bussole funzionavano perché la Terra stessa era un'enorme calamita. Inoltre non aveva idea delle leggi della termodinamica quando propose quello che pensava fosse una macchina costantemente alimentata dal magnetismo. Leonardo non raccomanderebbe di ottenere un brevetto per questo.

4 Magellan's World Tour, 500. anniversario

Su 20. Settembre 1519 lascia Ferdinando Magellano dal sud della Spagna con cinque navi in ​​un viaggio transoceanico che richiederebbe tre anni per abbracciare il mondo. Ma Magellano è durato solo la metà, perché è stato ucciso in un conflitto nelle Filippine. Tuttavia, il viaggio conserva ancora il suo nome, anche se alcune fonti moderne favoriscono il nome della spedizione Magellano-Elcano per includere Juan Sebastian Elcano, il comandante di Victoria, l'unica nave dei primi cinque a tornare in Spagna. Lo storico Samuel Eliot Morison ha osservato che Elcano "ha completato la navigazione, ma ha seguito solo il piano di Megell".

Tra i grandi navigatori di Age of Discovery Morison, "Magellan è il più alto" e dato il suo contributo alla navigazione e alla geografia, "il valore scientifico del suo viaggio è indiscutibile." Anche se non era certamente necessario navigare intorno alla Terra per dimostrare che era rotondo, sicuramente la prima circumnavigazione del mondo si qualifica come un significativo successo umano, anche se è solo leggermente dietro la visita della Luna.

5) Atterraggio sulla Luna, 50. anniversario

Soprattutto, Apollo 11 era un traguardo simbolico (anche se tecnicamente difficile), ma significativo nella scienza. Oltre a rafforzare la scienza della geologia lunare portando la luna piena, gli astronauti dell'Apollo hanno creato un apparato scientifico per misurare il tremolio della luna (e quindi imparare di più sull'interiore della Luna), studiare il suolo lunare e il vento solare, lasciando uno specchio come bersaglio per i laser sulla Terra. mirare a misurare con precisione la distanza dalla luna. Più tardi, la missione Apollo condusse esperimenti più ampi.

Ma più che fornire nuovi risultati scientifici, la missione di Apollo era celebrare i risultati scientifici del passato - comprendere le leggi del moto e della gravità, la chimica e la propulsione (per non parlare delle comunicazioni elettromagnetiche) - accumulate da scienziati precedenti che non avevano idea che il loro lavoro avrebbe reso Neil Armstrong famoso.

6) Alexander von Humboldt, 250. compleanno

Nato a Berlino 14. Settembre 1769, von Humboldt è stato probabilmente il miglior candidato 19. secolo sulla designazione Man rinascimentale. Non solo un geografo, un geologo, un botanico e un ingegnere, era anche un esploratore del mondo e uno degli scrittori più popolari della scienza popolare del secolo. Con il botanico Aimé Bonpland, von Humboldt ha trascorso cinque anni ad esplorare piante del Sud America e del Messico osservando le osservazioni di 23 in geologia e minerali, meteorologia e clima e altri dati geofisici. Era un pensatore profondo che scrisse un'opera in cinque parti chiamata Cosmos, che sostanzialmente trasmise al pubblico un riassunto della scienza moderna (allora). Ed era anche uno dei principali scienziati umanitari che si opponevano vigorosamente alla schiavitù, al razzismo e all'antisemitismo.

7 Thomas Young's Work on Measurement Error, 200. anniversario

Un inglese, famoso per il suo esperimento che mostra la natura ondulatoria della luce, Young era anche un medico e un linguista. L'anniversario di quest'anno commemora uno dei suoi lavori più profondi, pubblicato due secoli fa (gennaio 1819), sulla matematica sulla probabilità di errore nelle misurazioni scientifiche. Ha commentato l'uso della teoria della probabilità per esprimere l'affidabilità dei risultati sperimentali in "forma numerica". Ha trovato interessante mostrare perché "una combinazione di un gran numero di fonti di errore indipendenti" ha una tendenza naturale a "ridurre la variazione complessiva del loro effetto congiunto". In altre parole, se si effettuano molte misurazioni, l'entità del probabile errore del risultato sarà inferiore a se si fa solo una misurazione. E la matematica può essere usata per stimare la probabile grandezza dell'errore.

Tuttavia, Young ha avvertito che tali metodi potrebbero essere utilizzati in modo improprio. "Questo calcolo a volte ha cercato invano di sostituire l'aritmetica del buon senso", ha sottolineato. Oltre agli errori casuali, è necessario proteggersi da "cause costanti di errori" (ora definiti "errori sistematici"). E ha notato che è "molto raramente sicuro fare affidamento sulla completa assenza di tali cause", specialmente quando "l'osservazione è fatta da uno strumento o persino da un osservatore". Ha avvertito che la fiducia nella matematica senza paura di queste considerazioni potrebbe portare a conclusioni errate: Per considerare questa condizione indispensabile, i risultati di molte indagini eleganti e sofisticate che riguardano la probabilità di errore possono essere in definitiva completamente inefficaci. "Quindi, allora.

8) Johannes Kepler e la sua Harmonica Mundi, 400. anniversario

Keplero, uno dei più grandi fisici-astronomi 17. Ha cercato di riconciliare l'antica idea dell'armonia delle sfere con l'astronomia moderna che ha contribuito a creare. L'idea originale, attribuita al filosofo-matematico greco Pitagora, che le sfere che trasportavano corpi celesti attorno alla terra formavano armonia musicale. Ovviamente nessuno ha ascoltato questa musica perché alcuni dei sostenitori di Phytagora hanno detto che era presente alla nascita e quello era il rumore di sottofondo inosservato. Keplero credeva che la costruzione dell'universo fosse più con il sole al centro che con la Terra, osservando le armoniche condizioni matematiche.

Da tempo ha cercato di spiegare l'architettura del sistema solare come corrispondente a corpi geometrici annidati, prescrivendo così le distanze che separano le orbite planetarie (ellittiche). In Harmonica Mundi, pubblicato su 1619, ha ammesso che la materia non avrebbe potuto essere contata esattamente per i dettagli dell'orbita planetaria - erano necessari più principi. La maggior parte del suo libro non è più rilevante per l'astronomia, ma il suo contributo duraturo è stata la terza legge del moto planetario di Keplero, che ha mostrato la relazione matematica tra la distanza del pianeta dal sole e il tempo in cui il pianeta ha bisogno di completare un percorso.

9 Solar Eclipse confermato da Einstein, 100. anniversario

La Teoria della Relatività Generale di Albert Einstein, completata in 1915, prevedeva che la luce proveniente da una stella lontana che passava vicino al sole sarebbe stata piegata dalla gravità del sole, alterando la posizione apparente della stella nel cielo. La fisica newtoniana potrebbe spiegare una tale flessione, ma solo la metà di quanto calcolato da Einstein. Guardare una tale luce sembrava essere un buon modo per testare la teoria di Einstein, tranne per il piccolo problema che le stelle non sono affatto visibili quando il sole è nel cielo. Tuttavia, sia i fisici di Newton che quelli di Einstein concordarono quando sarebbe avvenuta la prossima eclissi solare, che avrebbe brevemente fatto apparire le stelle vicino al bordo del Sole.

L'astrofisico britannico Arthur Eddington ha condotto una spedizione 1919 a maggio, osservando un'eclissi da un'isola al largo dell'Africa occidentale. Eddington scoprì che le deviazioni di alcune delle stelle dalla loro posizione precedentemente registrata corrispondevano alla prognosi della relatività generale abbastanza da proclamare Einstein come il vincitore. Oltre a rendere famoso Einstein, il risultato non era molto importante in quel momento (oltre a incoraggiare la teoria generale della relatività nella teoria della cosmologia). Ma la relatività generale divenne un problema importante un decennio dopo, quando si dovevano spiegare nuovi fenomeni astrofisici e il dispositivo GPS poteva essere abbastanza preciso da eliminare le mappe stradali.

10) Tavola periodica, Sesquicentenario!

Dmitri Mendeleev non è stato il primo chimico a notare che diversi gruppi di elementi hanno caratteristiche simili. Ma in 1869, ha identificato il principio guida per la classificazione degli elementi: se li metti in ordine di massa atomica crescente, gli elementi con proprietà simili sono ripetuti ad intervalli regolari (periodici). Utilizzando questa visione, ha creato la prima tavola periodica di elementi, uno dei più grandi successi nella storia della chimica. Molte delle più grandi conquiste scientifiche sono emerse sotto forma di formule matematiche irregolari o hanno richiesto esperimenti sofisticati che richiedono genio intuitivo, grande abilità manuale, costo enorme o tecnologia complessa.

Tuttavia, la tavola periodica è un grafico a muro. Ciò consente a chiunque a prima vista di comprendere le basi dell'intera disciplina scientifica. La tabella mendeliana è stata ricostruita molte volte e la sua regola di governo è ora il numero atomico piuttosto che la massa atomica. Tuttavia, rimane il consolidamento più versatile delle informazioni scientifiche profonde mai costruite - la rappresentazione iconica di tutti i tipi di materia da cui sono fatte le sostanze della terra. E lo troverai non solo in classe sulle pareti, ma anche su cravatte, magliette e tazzine da caffè. Un giorno potrebbe decorare le pareti chimiche del ristorante, chiamate Tavoli Periodici.

Articoli simili

Lascia un Commento