Scoperta a Pompei un'auto a quattro ruote sorprendentemente ben conservata

01. 06. 2021
4a Conferenza Internazionale Sueneé Universe

Pompei era una città romana la cui principale fonte economica era probabilmente il turismo, poiché fungeva da luogo di villeggiatura per i cittadini più ricchi di Roma. Tuttavia, era solo a cinque miglia dal Vesuvio attivo, che eruttò più di 50 volte durante la storia conosciuta.

Cenere, pomice e pietre

Quando il Vesuvio si inzuppò nel 79 d.C., spesse ceneri, pomice e pietre caddero sulla città, inizialmente ancora lentamente. La maggior parte delle 12 persone stimate all'interno e nei dintorni della città ha avuto il tempo di fuggire. Ma mentre le ceneri continuavano a cadere, la respirazione diventava sempre più difficile.

La corrente piroclastica dalla montagna ha presto preso velocità a 100 miglia all'ora. Ha portato con sé gas velenosi caldi e pietre. Al termine delle eruzioni, la città di Pompei fu sepolta sotto milioni di tonnellate di cenere. L'eruzione uccise un totale di 16 persone e circa 000 morirono a Pompei.L'area rimase deserta per quasi 2000 anni prima di essere scoperta dai ricercatori nel 2. Trovarono una città straordinariamente ben conservata i cui manufatti, edifici e persino scheletri rimasero protetti dagli elementi dalle ceneri soffocanti. Gli archeologi hanno persino scoperto contenitori di frutta in scatola e pagnotte di pane.

Auto

Anche l'auto, scoperta di recente, è straordinariamente ben conservata. Al loro posto sono stati conservati tutti i suoi componenti in ferro, bronzo e stagno, così come i resti mineralizzati delle parti in legno. Anche qui sono state trovate stampe di corde e decorazioni floreali. Degli oggetti finora scoperti a Pompei, questo è uno dei meglio conservati.

Il ritrovamento dell'auto è stato il risultato di una collaborazione unica tra la Procura Generale di Torre Annunziata e il Parco Archeologico di Pompei. Gli archeologi stanno lavorando con i pubblici ministeri a causa del significativo saccheggio che sta avvenendo nella zona. I ladri hanno scavato tunnel e hanno scoperto reliquie e manufatti che avevano rubato. Due di questi tunnel passano su entrambi i lati intorno alla posizione dell'auto, quindi è abbastanza fortunato che gli archeologi siano stati i primi a trovarlo.

Gli archeologi e le loro scoperte

Gli archeologi della zona lavorano ogni fine settimana, in parte per scoraggiare i ladri e anche per scoprire una sede significativa nell'area intorno al Vesuvio. Quando la villa è stata scoperta, gli scienziati hanno potuto determinare l'estensione dei tunnel illegali e testimoniare in tribunale a favore della procura. A causa della fragilità dell'auto, hanno dovuto utilizzare una tecnica nota come microscavo durante la scoperta per rimuovere con cura le ceneri indurite.

Una volta che l'auto è stata rimossa in sicurezza dalla roccia, sono stati inviati al laboratorio del Parco Archeologico di Pompei per rimuovere i resti della pietra che ancora ricopre alcune parti dell'auto. Dopodiché, inizierà un lungo processo di rinnovamento e ricostruzione. Gli scienziati ritengono che il carro possa essere il Pilentum, menzionato nei testi antichi. Il Pilentum non era usato per le attività quotidiane, ma per feste, parate e parate - e forse per matrimoni.

Suggerimento dall'universo di Eshop Sueneé

Rosa de Sar, Jaroslav Růžička: piramidi, giganti e civiltà avanzate estinte nel nostro paese

Colline, montagne ma anche valli non devono necessariamente essere formate paesaggio rugoso o spostando le placche litosferiche. Gli autori della pubblicazione dimostrano che esisteva nel nostro territorio città piramidaliche era grazie disastri naturali distrutto nei tempi antichi e dimenticato nel corso dei secoli.

Piramidi, giganti e civiltà avanzate estinte nel nostro paese

Articoli simili